Yallers vi invita a “Caravaggio Napoli 2019”

Quando: 14 giugno 2019
Orario di ritrovo: 17.45
Luogo di ritrovo: Museo e Real Bosco di Capodimonte
Durata: dalle 18.00 alle 19.30
Limite partecipanti:  15 persone
Costo di partecipazione:  Gratuito – Riservato ai Soci

Info varie

Il Museo e Real Bosco di Capodimonte, con la produzione e organizzazione della casa editrice Electa, promuovono una mostra unica e inedita per approfondire il periodo napoletano di Caravaggio, curata da Maria Cristina Terzaghi e Sylvain Bellenger.

Napoli ha rappresentato una tappa fondamentale per la vita e per le opere di Caravaggio, proprio durante questo periodo egli realizza i dipinti più iconici. In queste opere si evidenzia maggiormente la passione e l’istinto del maestro lombardo e si identifica lo stile e la personalità che contraddistinguono ancora oggi l’artista lombardo.

Caravaggio visse a Napoli per un totale di 18 mesi. Durante primo soggiorno, databile tra il 1606 e il 1607, realizzo capolavori straordinari come la Flagellazione. L’artista ritornò a Napoli nell’autunno del 1609, dopo i suoi viaggi a Malta e in Sicilia. Il 18 luglio del 1610 a Porto Ercole, morì tragicamente.

La mostra offre un’occasione unica: il paragone di alcuni pezzi fondamentali, in particolare la Flagellazione di Rouen a confronto con l’altra Flagellazione che l’artista realizzò per la chiesa partenopea di San Domenico. A Napoli, Caravaggio inaugurò un nuovo modo di dipingere, maggiormente tormentato e drammatico. Il dipinto raffigurante le Sette opere di Misericordia, conservato presso il Pio Monte della Misericordia, è riconosciuto tutt’oggi come una delle più significative rappresentazioni dei vicoli della città di Napoli e dei suoi abitanti.

L’esposizione, promossa dal Museo e Real Bosco di Capodimonte, con la produzione, l’organizzazione e il catalogo di Electa, costituisce un’occasione unica nel panorama delle molteplice iniziative sull’opera di Caravaggio, consentendo una maggior comprensione dei suoi anni a Napoli e della loro importanza per lo sviluppo della pittura in Italia e in Europa.

Un viaggio nell’arte con Yallers

In partnership con @electaeditore e @museoboscocapodimonte, Yallers vi invita venerdì 14 Giugno alle ore 18:00 per un ingresso esclusivo al Museo e Real Bosco di Capodimonte. L’ingresso è riservato ai soli soci Yallers per un massimo di 15 ingressi gratuiti. Ad attenderci e accompagnarci il nuovo SMM di Capodimonte, Fabrizio Cotini

Durante la visita potrete utilizzare l’hashtag #caravaggionapoli e taggare i profili @yallerscampania @electaeditore e @museoboscocapodimonte. Non rimane che darci appuntamento a Venerdì 14 Giugno 2019, dalle ore 18, all’ingresso del Museo di Capodimonte.

Riferimenti

Persone di riferimento: Roberta Vinci ( roberta.vinci@yallers.com )
Email di riferimento: campania@yallers.com
Chat Telegram: https://t.me/yallerscampania

Note

I soci dovranno fare login allo Shop Yallers per prenotarsi all’evento e registrarsi fino al raggiungimento di 15 prenotazioni. Ogni socio potrà portare con se 1 altra persona.

Partecipa GRATUITAMENTE
a tutti gli eventi

Visita al Real Sito di Carditello, luogo di nascita della mozzarella di bufala

Quando: 7 Aprile 2019
Orario di ritrovo: 10.30
Luogo di ritrovo: Real Sito di Carditello
Durata: dalle 10.30 alle 16.30
Limite partecipanti:  50 persone
Costo di partecipazione:  gratuito, ingresso al Real Sito di Carditello da pagare in loco
Costo pranzo facoltativo presso l’azienda agricola “Ponteré” 16€ Soci | 20€ non Soci 

Programma

10.30 ritrovo presso il Real Sito di Carditello: CLICCA QUI;
11.00 ingresso e inizio della visita guidata;
13.00 spostamento con mezzi propri all’azienda agricola Ponteré a Cancello ed Arnone;
13.30 pausa pranzo;
14.30 visita guidata all’allevamento biologico.

Info varie

La visita guidata all’interno del Real Sito di Carditello sarà a cura degli operatori della Cooperativa Sociale “Il Cardo”. Questa associazione, dapprima denominata “Agenda 21 Carditello e i Regi Lagni” promosse allo Stato una riqualifica del Sito, che versava in uno stato di totale abbandono. Dal 2016 il complesso monumentale è gestito dalla Fondazione Real Sito di Carditello.
Attraverso i meravigliosi affreschi che ornano gli interni, si può rivivere l’importanza della Campania Felix, la bellezza del territorio e la riscoperta e l’innovazione dell’artigianato che fu introdotta dai Borbone nel lontano 1700.

La struttura, da capanno di caccia e allevamento dei cavalli di razza reale con Carlo di Borbone, divenne, grazie al figlio Ferdinando IV, azienda agricola, e iniziò la produzione di pane, foraggi, e canapa. Inoltre, Carditello, divenne il primo vero e proprio caseificio sperimentale, grazie ad allevamento di bufale, fino ad allora utilizzate come animali da traino. Fu proprio Ferdinando a nominare per la prima volta la parola “mozzarella” in una lettera a Lucia Migliaccio, sua seconda moglie, nei primi del 1800.

Interni Real Sito di Carditello - Ph. Lucia Russo

Interni Real Sito di Carditello – Ph. Lucia Russo

L’azienda agricola “Ponteré” è un’allevamento di Bufale Biologico con una tradizione centenaria, luogo ideale per scoprire la storia e l’evoluzione della mozzarella di bufala

Contest

La giornata sarà raccontata con stories e post da tutti i partecipanti su Facebook e Instagram,
utilizzando come hashtag: #Carditelloopenday.
Non dimenticate di taggare le pagine @yallerscampania @cooperativailcardo e @yallersitalia.
I tre scatti più belli e significativi, che saranno pubblicati su Instagram e Facebook entro il 21 Aprile,
verranno repostati sulla pagina Instagram e sul gruppo Facebook @yallerscampania.

Riferimenti

Persona di riferimento: Roberta Vinci
Email di riferimento: campania@yallers.comroberta.vinci@yallers.com
Chat Telegram: Yallers Campania

Note

L’evento è aperto a tutti. I Soci Yallers dovranno fare login sullo Shop per acquistare il pranzo a prezzo convenzionato.

Evento in collaborazione con:

Partecipa GRATUITAMENTE
a tutti gli eventi

[/vc_column_inner][/vc_row_inner]