Le 10 meraviglie di Orvieto

9 cose da vedere + 1 da mangiare a Orvieto, con mappa alla mano

Esattamente tra il lago Trasimeno e il lago di Corbara, nel cuore dell’Umbria, svetta su di un promontorio una città ricca di storia e bellezza.
Orvieto è arroccata su di un promontorio di tufo, che sin dalla sua fondazione l’ha protetta e ne ha costituito una risorsa fondamentale.

Diversi periodi di grandezza segnano tutt’oggi questo gioiello, nelle sue vie così come nei suoi maestosi palazzi. Il tutto a creare un’atmosfera unica in ogni stagione o periodo dell’anno. Una tappa imprescindibile in ogni tour del centro Italia che si rispetti.

Oggi vi facilitiamo il compito, creando una lista per riassumere e porre l’accento su dieci cose imperdibili a Orvieto!

Le 10 meraviglie di Orvieto

DUOMO DI ORVIETO

Avete presente i pilastri della terra di Ken Follet? Il bestseller che è diventato anche serie televisiva e racconta la costruzione di una cattedrale? Bhè pensate alla cattedrale di Santa Maria Assunta come a quella cattedrale: ci sono voluti quasi tre secoli per completarla e ben 20 artisti e 200 operai hanno contribuito alla realizzazione di uno dei capolavori gotici di tutta Italia.

Questo imponente lavoro è dovuto al fatto che il duomo doveva custodire al suo interno la reliquia del miracolo di Bolsena. Un corporale ( oggetto liturgico, panno bianco ) sporco di sangue fuoriuscito da un’ostia. Oggi appunto conservato nella cappella del corporale.

PALAZZO SOLIANO

Poco lontano dal duomo sorge questo grande palazzo trecentesco diviso in due piani. Costruito dà o in memoria di Bonifacio VIII, che oggi ospita due musei nelle rispettive sale.

TORRE DI MAURIZIO

Sempre nei pressi di piazza del Duomo, a uno dei suoi angoli a essere precisi, si trova la Torre di Maurizio. Senza conoscere la sua storia, a un primo sguardo, questa torre con orologio non dice granché. In realtà è stata costruita appositamente a delimitazione del cantiere di costruzione del duomo e serviva a scandire l’orario degli operai.

Duomo di Orvieto – Ph. @minga.mrc

La campana alla sua sommità veniva suonata da un automa con le sembianze di un funzionario dell’opera del duomo!

TORRE DEL MORO

Ora ci spostiamo sotto un’altra torre con orologio, ben più alta, in questo caso parliamo di 47 metri. La torre è posta nell’intersezione precisa dei quattro quartieri del centro storico: Corsica, Olmo, Serancia e S. Maria della Stella. Dalla cima della torre si può vedere tutta la città!

PALAZZO DEL POPOLO

Dopo pochi minuti si arriva di fronte a questo palazzo, così chiamato perché fu dapprima dimora del capitano del popolo e successivamente del podestà della città. Per tale motivo la piazza che lo circonda era ed è ancora la piazza del mercato, a simboleggiare il legame tra il popolo e questo palazzo. La sua struttura è imponente, quasi a mimare un forte. Un’ampia scala medievale ci porta direttamente al secondo piano e i merletti e le torrette sul tetto mimano perfettamente una struttura difensiva.

POZZO DI SAN PATRIZIO

In poco più di dieci minuti dal centro, si arriva finalmente a una delle attrazioni più famosi di Orvieto: il Pozzo di San Patrizio. Profondo 54 metri e largo 13 il pozzo venne fatto costruire da papa Clemente sesto che decise di risiedere nella città. Questo doveva garantire alla città una fonte sicura d’acqua anche sotto assedio. Il pozzo, oggi visitabile, è costruito con due scale distinte di 248 scalini a costruire assieme ai suoi finestroni una struttura elicoidale di unica bellezza.

ROCCA ALBORNOZ

Sebbene già per la sua conformazione Orvieto sia una fortezza, questo forte venne commissionato per aumentarne la sicurezza. Teatro di guerre e vicissitudini per molti secoli ad oggi rimane poco del suo fasto e della sua bellezza, ma custodisce al suo interno un bellissimo parco, a due passi dal Pozzo di San Patrizio.

Pozzo di San Patrizio – Ph. @alessioalcini

CITTÀ SOTTERRANEA

Orvieto nasconde un riflesso. Un gemello nascosto che allo sfarzo dei castelli e dei palazzi contrappone una storia nel tufo vecchia 2500 anni. Un labirinto di 1200 grotte oggi visitabile grazie ad Orvieto underground.

POZZO DELLA CAVA

In posizione diametralmente opposta a quello di San Patrizio risiede il pozzo più antico della città. Profondo 36 metri venne chiuso intorno al 1646 per motivi non ancora del tutto chiariti. C’è chi dice che i popolani vi abbiano gettato cinque ufficiali francesi che stuprarono delle donne. Il pozzo è ad oggi visitabile.

Come promesso, tra le tante meraviglie da visitare, abbiamo aggiunto per ultimo un capitolo sulle meraviglie da gustare. Eh sì, perchè non potevamo citare solamente una pietanza!

GLI UMBRICELLI

Una pasta semplice che nasce con acqua, farina, piuttosto spessa, che ricorda molto i pici toscani e che gli orvietani sono soliti condire “all’arrabbiata”, con tartufi, funghi e altre specialità del territorio.

CINGHIALE E CHIANINA

Tra i secondi piatti abbondano i salumi, ma il primato spetta certamente alla carne di cinghiale e alla Chianina.

PERA DI MONTELEONE

Una vera particolarità locale, detta anche “la bistecca del contadino” per la sua consistenza. Tra I VINI padroneggia il panorama l’Orvieto DOC mentre tra i dolci ricordiamo i TOZZETTI ALLE MANDORLE e le CIAMBELLE AL VINO.

Qui potete vedere la mappa del percorso a piedi per scoprire le 10 meraviglie di Orvieto. Il nostro percorso in particolare parte da uno dei 3 parcheggi disponibili, il parcheggio Orvieto percorso meccanizzato, vicino al Pozzo della Cava.

Dite la verità, state già controllando su maps la via più veloce per raggiungere Orvieto vero? 

Allora forza, perchè la sensazione più bella che si ha di questa città è perdendosi nella sua storia di persona!

Orvieto è un luogo davvero speciale per passare una giornata intera o magari l’intero weekend. Se volete ulteriori consigli su cosa fare a Orvieto e dintorni, chiedete pure al nostro team Yallers Umbria.

Volete vedere foto Orvieto durante il periodo natalizio? Scopritele nel post Instagram di Yallers Italia.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp
Condividi su email

Lascia un commento

Scopri l'Italia insieme a noi, unisciti alla nostra Community