Per tre giorni, Yallers ha raccontato live l'esperienza a Maker Faire Rome

Yallers a Maker Faire Rome 2018

Si è conclusa ieri la sesta edizione di Maker Faire Rome – the European Edition e, dopo averla raccontata live sui social, tra stories e post, eccoci pronti per un bel recap 😉

Maker Faire Rome è il più grande evento dedicato a tecnologia, innovazione e creatività di tutta Europa, secondo solo all’edizione di San Francisco. La Camera di Commercio di Roma organizza e sostiene da sempre l’iniziativa, proposta e curata da Massimo Banzi, co-fondatore di Arduino.

Qui le parole del Presidente della Camera di Commercio di Roma, Lorenzo Tagliavanti:

“Maker Faire Rome è oggi un punto di riferimento in tutto il mondo per l’innovazione e lo sviluppo della cultura digitale, e di questo non possiamo che essere orgogliosi. La città di Roma si è dimostrata all’altezza di una kermesse internazionale e ha una grande voglia di guardare avanti con fiducia.”.
LEGGI IL RESTO QUI

Nel secondo weekend di ottobre, Roma ha occupato un ruolo centrale nel mondo dell’innovazione. Per tre giorni, sette padiglioni della Fiera di Roma hanno ospitato convegni, workshop, dimostrazioni, giochi, cibo e musica, tutto in chiave tecnologica. Migliaia di persone, appassionati, professionisti e curiosi, hanno potuto sbirciare il futuro, grazie alle idee e ai progetti dei molti maker presenti.

In sintesi, possiamo dire Roma ospita ogni anno la più alta celebrazione del “fai da te” tecnologico e dell’innovazione creativa.
Maker Faire Rome accorcia le distanze tra immaginazione e realtà.

#MFR18: Groundbreakers. Pioneers of the future.

Opening Event
Opening Event

Come ogni anno le danze si sono aperte con la mattinata dedicata alle scolaresche. Venerdì 12 ottobre, infatti, un mare di adolescenti ha inondato il polo fieristico. Giovani nati con lo smartphone in mano, che vanno a braccetto con la tecnologia e la usano ogni volta possibile, hanno potuto toccare con mano quello che sarà il loro futuro.

La stessa mattina si è tenuto l’Opening Event, con rappresentati delle istituzioni, promotori e sostenitori, maker e startupper, giornalisti, e quest’anno anche noi, Yallers. Sul palco si sono susseguiti molti ospiti, i cui interventi fluivano nella medesima direzione, creando un unico pensiero:

bisogna investire nell’innovazione tecnologica e nell’AI per migliorare, risparmiare e preservare.

Ristorante Circolare Eni
Ristorante Circolare Eni

Come logica conseguenza, l’economia circolare, basata sul dare una seconda vita a ciò che di solito buttiamo, è stato il tema centrale di quest’anno.

Un esempio:
grazie al ristorante circolare di Eni, era possibile assistere e partecipare a un riciclo virtuoso, quello degli scarti provenienti dalla produzione e dal consumo di cibo. Vi ricordiamo che, ancora una volta, Eni si è confermato il principale partner di Maker Faire Rome.

Durante i giorni di fiera, numerosi sono stati anche gli appuntamenti musicali: da quelli con una band di robot, la One Love Machine Band, a quelli con la Gaudats Junk Band, in cui si usano solo strumenti autoprodotti, fino a giungere all’incontro tra uomo e AI con il progetto di Alex Braga, A-MINT.

A-MINT suona con Alex Braga e i pianisti dell'Accademia di Santa Cecilia
A-MINT suona con Alex Braga e i pianisti dell’Accademia di Santa Cecilia

#MFR, inoltre, è un evento family-friendly, con i tanti laboratori ed eventi di intrattenimento per i più piccini. La tecnologia e l’innovazione coinvolgono e interessano davvero tutti.

Roma: il luogo ideale per Maker Faire

Dopo aver trascorso tre giorni a Maker Faire, siamo giunti a una conclusione: non esiste un luogo migliore di Roma per ospitare un evento simile. Dalla città eterna, dove ogni angolo custodisce i segni di un glorioso passato, si può e si deve partire per dare nuova luce al futuro.

In passato, proprio qui, sono nate invenzioni spettacolari e, per l’epoca, potremmo dire futuristiche. Dobbiamo basarci su questa consapevolezza per creare un futuro innovativo, che migliori non solo le piccole attività quotidiane, ma la vita a livello globale, per i cittadini e per tutti quelli che vivono Roma, anche solo per un giorno. Con Maker Faire, la città eterna si prepara, anno dopo anno, a transitare verso il futuro. E noi?

Partecipare a Maker Faire è un’ottima occasione per immergerci nelle innovazioni che domani faranno parte della nostra quotidianità. Una fiera dove conoscere, appassionarsi e, perché no, farsi ispirare. Un momento da vivere per scoprire e realizzare che, se vogliamo, possiamo dare forma concreta alle nostre idee. Ma non è solo questo. È cogliere l’opportunità di vedere Roma sotto un’altra luce e accorgersi che la sua capacità di attrazione non si sta affatto esaurendo.  Pensate che alla fiera incontrerete persone che arrivano da tutta Europa per vivere questo evento, per far conoscere i loro progetti e per scoprirne di nuovi.

Se avete perso questa stupenda occasione di fare capolino nel futuro, vi consigliamo di segnarvi l’appuntamento per il prossimo anno:

Ottobre 2019 – Roma – Maker Faire Rome

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp
Condividi su email

Un commento su “Yallers a Maker Faire Rome 2018”

I commenti sono chiusi.

Scopri l'Italia insieme a noi, unisciti alla nostra Community

Elemento aggiunto al carrello.
0 items - 0,00