Borghi

Yallers al TTG Travel Experience

Yallers ha vissuto la seconda settimana di ottobre all’insegna del futuro. Il futuro tecnologico, come media partner di Maker Faire Rome e quello dei viaggi, come espositori al TTG Travel Experience.

Come alcuni già sanno, il TTG è un evento esclusivo dedicato al turismo – quello che si riversa in Italia e quello che noi portiamo all’estero –, declinato in ogni ambito possibile.

Per chi non è mai stato alla Fiera di Rimini, sappiate che è uno spazio immenso e per il TTG si anima di colori e profumi provenienti da tutto il mondo. In alcuni padiglioni sembrava di passeggiare in luoghi esotici e lontani, in altri attraversavamo le nostre meravigliose regioni. C’erano spazi dedicati ad agenzie turistiche, compagnie di volo, noleggio auto, aziende di trasporto via mare e via terra, strutture ricettive. Altri stand, invece, proponevano idee-vacanza innovative come il Glamping, la nuova frontiera del campeggio, quello di lusso però.

TTG Travel Experience: la nostra esperienza

Premiazione Borghi Photo Marathon

Premiazione Borghi Photo Marathon

Come anticipato prima dell’evento, siamo arrivati al TTG con la Borghi Photo Marathon, realizzata in collaborazione con Borghi Magazine. Nel nostro stand abbiamo ospitato la mostra dei sessanta scatti che hanno vinto l’edizione 2018, premiati il primo giorno di fiera. Molta è stata l’emozione e la soddisfazione dei vincitori, ma anche quella degli organizzatori. Gestire una competizione è una sfida faticosa, vedere i suoi frutti, però, ripaga di ogni sforzo.

Per chi non era presente, e si è perso pure le dirette sui social (qui trovate le stories TTG), vi ricordiamo i vincitori assoluti delle 4 tappe:

Maurizio Pelosi si è aggiudicato le Marche, Carlalberto Leonardi il Lazio, Francesco Capaccioni la Puglia e, infine, Andrea Stillone ha vinto in Lombardia. Potete trovare le foto, con cui hanno partecipato alla gara, sulla pagina Facebook di Borghi Photo Marathon.

Molti visitatori si sono fermati ad ammirare le immagini in cui, professionisti e amatori, hanno raccontato la bellezza e l’unicità dei dodici borghi protagonisti. Altra grande soddisfazione per la nostra associazione, che vuole diffondere la cultura della scoperta e riscoperta del nostro territorio. Partiamo dai luoghi più vicini, valorizzandone e promuovendone l’unicità, per poi andare alla scoperta del resto del mondo.

Yallers ha portato al TTG di Rimini la sua esperienza, la testimonianza che non serve andare lontano per restare incantati, quello che conta è saper guardare. I nostri borghi, alcuni poco conosciuti o abbandonati, nascondono angoli spettacolari che attendono solo di essere scoperti e mostrati. Per farlo basta davvero poco: una reflex – o uno smartphone –, e la voglia di raccontare.

Una fortunata posizione strategica

Come dicevamo poco sopra, Yallers parte dai luoghi “intorno a casa” per esplorare il territorio, ma non tralascia quelli più distanti. Considerato questo, la posizione del nostro stand in fiera era perfetta. A due passi da ogni regione italiana, abbiamo rinsaldato relazioni con amministrazioni con cui collaboriamo da tempo, esplorato territori ancora sconosciuti, stretto qualche nuovo contatto e iniziato a meditare su progetti futuri.

Stand Yallers, TTG Rimini 2018

Stand Yallers, TTG Rimini 2018

Non dimentichiamo, infatti, che il senso di questo evento è quello di fare rete, per far crescere e migliorare l’offerta per i viaggiatori, in termini di qualità e varietà dei servizi, potenziando così la capacità d’attrazione delle mete turistiche.

Noi promuoviamo il nostro territorio e conoscere come e perché vengono scelte le mete è importante. In questa edizione del TTG è emerso che l’interesse dei turisti si stia orientando verso l’innovazione, ma anche verso mete ed esperienze che offrono la possibilità di tuffarsi a capofitto nelle emozioni e nell’avventura.

E allora, eccoci pronti a proiettarci nel futuro.
Muniti di macchina fotografica, smartphone e connessione internet,
noi Yallers siamo eterni viaggiatori e anche un po’ esploratori.

Related Posts